Da Vico del Gargano a Francoforte, storia dell’«ambasciatore delle api»

Antonio Gurliaccio ha ripopolato del laborioso insetto il parco più importante della città tedesca reintroducendo alveari tra la vegetazione. «Sogno di farlo anche a casa mia»

FOGGIA — «E’ stato un film sulle api che vidi nel 2012, More than honey, a far nascere in me il desiderio di occuparmi di questi straordinari insetti fondamentali per la nostra vita sulla terra. Mai avrei immaginato che me ne sarei occupato con un progetto finanziato dal ministero dell’Ambiente tedesco». Antonio Gurliaccio oggi 44enne, partito da Vico del Gargano quando non aveva ancora 17 anni, da allora vive a Francoforte e lì, nel giardino botanico Palmengarten, si occupa di api. Tutto è partito da un’arnia sistemata vicino ad un albero, nel tentativo di far tornare le api nella grande città tedesca. Oggi le arnie son 65 e non sono solo una preziosa risorsa per garantire e preservare la biodiversità ma sono anche al centro di un progetto di educazione ambientale.

«Attraverso una serie di ricerche storiche sono risalito fino ad alcune tecniche che si utilizzavano nel medioevo per la riproduzione naturale delle api – spiega Gurliaccio che in questi giorni è a Vico per le festività natalizie – Scaviamo dei tronchi che diventano delle vere e proprie casette per le api. Sistemiamo questi tronchi cavi sugli alberi ad un’altezza di 5/6 metri e qui ormai sono tanti gli sciami che arrivano». Si tratta del primo progetto in Germania, legato all’apicoltura, all’interno di una città. «Sono 27 anni che vivo in Germania, sono partito giovanissimo. Spero di poter far vivere questo progetto anche nella mia terra, nel parco nazionale del Gargano». Gurliaccio, un vero e proprio «ambasciatore delle api», in questi giorni ha incontrato il presidente del Parco nazionale, Stefano Pecorella, proprio per illustrare le attività che si svolgono nel gardino botanico di Francoforte.

Precedente Vico/San Valentino 2017 il programma completo Successivo Vico del Gargano il paese di San Valentino protettore delle arance e degli innamorati