Sparatoria a Ischitella, 15enne ferita al volto.Le foto del luogo dell’agguato

La ragazza è stata trasportata in ospedale a Foggia: le sue condizioni sono molto gravi
I carabinieri seguono la pista familiare e stanno cercando l’ex compagno della madre

Una ragazza di 15 anni è stata gravemente ferita con un colpo di pistola al volto sparato da un uomo fuggito subito dopo. È accaduto stamattina attorno alle 7,30 nel centro storico di Ischitella, paese del Gargano a circa sessanta chilometri da Foggia. La quindicenne, colpita mentre a piedi stava raggiungendo la fermata dell’autobus per andare a scuola, è stata soccorsa e trasportata agli Ospedali riuniti di Foggia dove è stata indotta in coma farmacologico ed è stata sottoposta ad un intervento chirurgico. Le sue condizioni sono gravissime.

  • Il luogo della sparatoria a Ischitella
  • Il luogo della sparatoria a Ischitella
  • Il luogo della sparatoria a Ischitella
  • Il luogo della sparatoria a Ischitella
  • Il luogo della sparatoria a Ischitella
  • Il luogo della sparatoria a Ischitella

I carabinieri sono alla ricerca dell’uomo che ha sparato: gli investigatori ipotizzano che l’agguato derivi da situazioni maturate all’interno della cerchia familiare della ragazza e i sospetti sono adesso concentrati sull’ex compagno della madre, un uomo di 37 anni che in questo momento è ricercato. Nei pressi dell’agguato è stata trovata la sua auto. La ragazza aveva una situazione familiare difficile, il suo caso era noto ai servizi sociali ed era stata affidata ai nonni materni. La madre attualmente non si trova in Puglia.

La ricostruzione

L’agguato è avvenuto in zia Zuppetta, un vicolo nel centro storico del paese. Secondo quanto accertato fino a questo momento dai carabinieri, la quindicenne stava scendendo per le scale della stradina in modo da raggiungere la fermata dell’autobus e andare a Vico del Gargano, dove frequenta la scuola: a quel punto sarebbe stata affrontata da un uomo che, dopo una breve discussione, le avrebbe sparato un colpo di pistola al volto e sarebbe fuggito a piedi.

Condizioni disperate

La ragazza è stata in primo momento trasportata al pronto soccorso di Vico del Gargano e poi trasferita in elicottero agli Ospedali Riuniti di Foggia. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi ed è stato deciso di procedere con un intervento chirurgico. «La situazione è drammatica – commenta il direttore generale degli Ospedali Riuniti, Antonio Pedota -, i medici già in diverse occasioni sono stati costretti a intervenire per arresto cardiaco».

I primi rilievi

Sul posto sono intervenute numerose pattuglie dei carabinieri anche da Rodi Garganico e Carpino. I militari hanno eseguito i primi rilievi e hanno ascoltato diversi testimoni. Al momento dell’agguato per strada c’era parecchia gente, che è fuggita in preda al terrore. Tra i passanti c’erano anche molto ragazzi in procinto di prendere gli autobus diretti nelle scuole della zona. Per terra non sono stati trovati bossoli, per questa ragione gli investigatori ipotizzano che sia stato utilizzato un revolver. I militari stanno acquisendo i filmati delle telecamere nei dintorni nella speranza di ricavare altri elementi utili alle indagini.

Il sindaco

Sulla mattinata di terrore interviene il sindaco di Ischitella, Carlo Guerra. «Siamo sconvolti, il nostro è un paese molto tranquillo», dichiara. «Alcune persone – racconta – hanno visto un uomo che ha raggiunto la ragazza, hanno discusso, poi lui ha sparato ed è fuggito».

Precedente Vico/Al Miro' il calcio e' in prima fila con Mediaset Premium Successivo Vico/Iterfilm ricerca auto a Vico del Gargano per importante produzione cinematografica