Puglia:Prevista una stagione da record.

Secondo i primi dati dell’Istituto Piepoli prevista una stagione record.

hotel-vacanze-mare-gargano-puglia-4Puglia in testa ai desideri dei turisti. L’estate 2016 può confermare il ruolo da leader delle spiagge pugliesi nell’attrarre nuovi arrivi, un ruolo conquistato negli ultimi anni. Per la prossima stagione le perle del turismo pugliese, so­prattutto le spiagge, non avran­no rivali in Italia, escludendo le mete costiere dell’Emilia Roma­gna. È quanto confermano i da­ti dell’Osservatorio Confturi­smo-Istituto Piepoli, diffusi da Ttg, il più importante market­place d’Italia sul turismo, fra i primissimi in Europa. Dal report emerge che i flus­si turistici saranno molto condi­zionati dalla variabile “sicurez­za”. È per questo che il turismo per quest’estate risulta poco propenso al Nord Africa e al Medio oriente e guarda invece più alla costa europea del Mediterraneo. Italia inclusa, con la Puglia e l’Emilia Romagna in prima fila con la loro offerta di mare. Non è un caso se le due regioni stiano combattendo da tempo una battaglia a suon di spot pubblicitari e campagne pubblicitarie per accaparrarsi il ruolo di leader del turismo marittimo. In particolare l’Emilia-Romagna ha da poco integrato con un ulteriori 3,1 milioni di euro i suoi investimenti per la promozione turistica e ha attivato numerosi accordi per incrementare gli arrivi in treno. La Puglia, però non resta con le mani in mano e si prepara a una campagna comunicativa che avrà diffusione nazionale. Ad annunciarlo è il commissario straordinario di Pugliapromozione, Paolo Verri: “Sono già pronti 2 milioni di euro- Annuncia il manager piemotese che guida anche l’organizzazione di Matera capitale della cultura 2019 e che è stato fortemente voluto dal presidente della regione, Michele Emiliano, al vertice dell’agenzia turistica pugliese- con questi fondi metteremo a punto una campagna comunicativa digitale e radiofonica a tappeto, concentrata soprattutto nelle regioni del Centro-Nord. Ma vogliamo anche spingere i turisti ad un ruolo attivo, creando un racconto della loro esperienza pugliese”.

I commenti sono chiusi.