Puglia/L’olio pugliese ha ottenuto finalmente il marchio IGP

Il marchio ‘IGP Olio di Puglia’, (Indicazione Geografica Protetta) di cui oggi nella Camera di Commercio di Bari si è data pubblica lettura del disciplinare di produzione, sta per diventare realtà dopo un anno e mezzo di lavoro dell’Associazione per la tutela e la valorizzazione dell’olio extravergine di oliva di Puglia.
«Stiamo rispondendo alla storica carenza di programmazione e dello storico paradosso che vede la Puglia – ha sostenuto Leo Piccinno, Presidente dell’Associazione promotrice della Igp – forte nella produzione e debole sul mercato».
L’olio d’oliva risulta però – è stato sottolineato nell’incontro – uno dei prodotti più coinvolti nell’universo delle frodi alimentari. «E’ stato registrato un aumento di oltre il 57% delle importazioni rispetto all’annata precedente – ha sottolineato il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – e l’aumento dei prezzi degli oli di altissima qualità ci dà ragione del percorso intrapreso con la IGP Puglia. Grazie al ‘brand’ dell’EVO pugliese resterà in Puglia il valore aggiunto della filiera olivicolo-olearia perché il marchio comunitario sarà riservato all’olio extravergine di oliva ottenuto da olive prodotte solo da oliveti impiantati nel territorio regionale ed ottenuto da impianti di trasformazione, stoccaggio e confezionamento ricadenti all’interno del territorio della regione Puglia».
Aspetti sottolineati anche dalla senatrice Colomba Mongiello (Pd), componente della commissione agricoltura del Senato. Il disciplinare, già approvato da Regione Puglia e Ministero passerà, dopo un periodo di 30 giorni per eventuali osservazioni e modifiche, al vaglio della Comunità europea. Il Comitato promotore dell’Igp ‘Puglia’ è composto dalle organizzazioni di produttori regionali Associazione di Produttori PugliaOlive, Oliveti Terra di Bari, Coopolio Salento, Olivicoltori di Puglia, Ajprol Taranto, Apulia, Appo, Apol, aderenti alle Unioni Nazionali Unaprol, Cno, Unapol, Unasco e Aipo, l’Associazione dei Frantoiani di Puglia.

Lascia un commento

*