Incentivi per l’eolico: mezzo miliardo dallo Stato,un terzo finirà in Puglia

1440655893-eolico-homeSta per ripartire la corsa all’oro dell’eolico: nella Puglia, regina italiana dell’energia del vento, sono molti gli imprenditori che aspettano come la manna dal cielo il Decreto sugli incentivi alle fonti rinnovabili.

Approvato a maggio dall’Ue manca solo la firma del ministro dello Sviluppo, Carlo Calenda, per sbloccare cir­ca mezzo miliardo di risorse, un terzo delle quali arriverebbe nelle terre pugliesi. È qui,infatti, che si concentra il più alto numero di aerogeneratori d’Italia, 1.496 su un totale di 6.484, 1.000 dei quali nella sola provincia di Foggia, con il caso più eclatante di Celle San Vito: appena 170 abitanti e 4 aerogeneratori per 70 megawatt in­stallati. Ed è sempre qui che si produce la maggiore quantità di energia del vento: 2.311 Mw, a fronte dei 8.942 Mw nazionali, che potrebbero diventare 2.500 nei prossimi quattro anni. L’affare vento, del resto, i pugliesi lo hanno fiutato molti anni fa – se è vero che già nel 2007 era stata superata la potenza installata di 700Mw – e non lo hanno più abbandonato. Lo dimostra il fatto che in Salen­to è tornato in auge il progetto del mega-parco tra Vernole e Castrì e, in poche settimane, sono spuntate 11 torri alte 100 metri.

Precedente Vico:Arriva #Sud2016 il blog tour che unisce Gargano e Salento Successivo La ricette delle cozze ripiene al sugo